Attualità
Home > Da venti anni a sostegno delle imprese

Da venti anni a sostegno delle imprese

Le imprese artigiane sono 10.271, con 46.084 lavoratori dipendenti aderenti all’EBAM, l’Ente Bilaterale Artigianato Marche che celebra venti anni di attività. Un traguardo importante che sarà festeggiato giovedì 10 settembre alle ore 10,15 presso l’Hotel Excelsior La Fonte di Portonovo. A partire dalle ore 10.15 si terrà l’incontro ‘Venti anni di bilateralità artigiana nelle Marche 1995-2015’ aperto dal Presidente dell’Ebam Marco Pantaleoni. Seguirà il focus ‘L‟EBAM nelle Marche’ che analizzerà l’evoluzione dell’Ente bilaterale regionale e il suo impegno a supporto del sistema produttivo. L’EBAM, nato dagli Accordi Interconfederali tra le associazioni imprenditoriali, Confartigianato, CNA, CASA e CLAAI e dalle organizzazioni sindacali dei lavoratori CGIL, CISL e UIL, è il centro delle relazioni tra le parti sociali, si propone come strumento di gestione/attuazione degli accordi sindacali e come strumento di integrazione allo stato sociale e di promozione per lo sviluppo del settore; organizza inoltre i vari Fondi che rappresentano gli strumenti economico-finanziari per erogare prestazioni e servizi alle imprese artigiane e ai loro dipendenti. In venti anni le imprese aderenti all’EBAM sono cresciute dalle 2.619 del 1995 alle 10.271 del 2014 mentre tra il 2000 e il 2013 sono stati erogati, ad imprese e lavoratori, 10,3 milioni di euro.
A partire dalle ore 10.45 si terrà la tavola rotonda condotta dal giornalista Maurizio Socci a cui prenderanno parte Marco Lai dell’Università di Firenze, Luca Nogler dell’Università di Trento, Paolo Pascucci dell’Università di Urbino, Stefano Di Niola per le Associazioni Artigiane, Claudio Sala, per le Organizzazioni Sindacali.
Le conclusioni (ore 12,30) sono affidate a Renzo Perticaroli Vice Presidente Ebam. Il ventennale EBAM, a cui parteciperanno i rappresentanti degli Enti Bilaterali Nazionali e delle altre Regioni, oltre che delle Istituzioni e degli Istituti previdenziali regionali,

proseguirà nel pomeriggio con l’iniziativa ‘Insieme nelle Marche del saper fare’, escursioni guidate ‘a scelta’ in diversi siti caratteristici delle Marche che prevedono due possibili itinerari, la musica vicina alla poesia dal Museo della fisarmonica di Castelfidardo alla Casa di Leopardi a Recanati e Dall’arte del cappello alla calzatura con tappa al Museo del Cappello di Paglia e Mostra del „Cappellaio pazzo‟ a Montappone e al Museo della Calzatura di Sant’Elpidio a Mare al fine di valorizzare e far conoscere più da vicino, il valore artigiano della nostra Regione.
Nell’occasione del ventennale dell’Ebam saranno consegnati i report dell’Osservatorio che analizza la situazione congiunturale dell’artigianato ancora contrassegnata nel primo semestre dell’anno dalla stagnazione. Per il prosieguo le attese sono di un alleggerimento, comunque non ancora tale da far prevalere i casi di miglioramento su quelli di peggioramento: la condizione di stazionarietà è prevista in così forte crescita da riguardare, nelle previsioni, quasi il 65% dei casi.
La situazione congiunturale dell’artigianato di servizio resta la più difficile: in particolare quella dei servizi alle persone e alle famiglie. Tra le manifatture non si registra alcun settore con saldo positivo e la situazione più difficile riguarda le imprese artigiane del tessile abbigliamento.
La componente estera della domanda continua ad essere l’unica per la quale si registrano casi di miglioramento del fatturato più frequenti di quelli di peggioramento (26,4% contro 22,6%); ma la quota di imprese che realizza parte del fatturato all’estero resta marginale.
Permangono diffuse condizioni di incertezza che rendono particolarmente difficile per le imprese artigiane programmare nuovi investimenti.

Ancona, 7 settembre 2015

torna agli articoli